Emergenza CoronaVirus, Bando SAFE WORKING - IO RIAPRO SICURO

Emergenza CoronaVirus, Bando SAFE WORKING - IO RIAPRO SICURO

AGGIORNAMENTO del 01.10.2020Regione Lombardia ha deliberato l'ampliamento del comparto relativo agli interventi ammissibili, integrando gli interventi volti al "digital business", ossia sistemi di digitalizzazione di strutture e processi finalizzati a ridurre la diffusione dell’epidemia da Covid-19 e cogliere le nuove opportunità di digitalizzazione del business nello scenario post pandemico.

Le spese ammesse per quanto riguarda gli interventi di "digital business" sono:

  • Spese in conto capitale:

    • strumenti, software, attrezzature digitali destinati agli spazi di contatto e alle relazioni a distanza con i clienti/utenti;
    • hardware e software per migliorare la gestione del magazzino ivi incluse le piattaforme per la distribuzione degli ordini e per la gestione della relazione a distanza con i fornitori;
    • hardware e software per la formazione a distanza e per favorire il lavoro in presenza attrezzando gli spazi nel rispetto distanziamento sociale;
    • hardware e software per la gestione degli ordini anche tramite gestionali, piattaforme B2B, B2C e CRM;
    • software per gestire l’attività d’impresa in forma virtuale anche con strumenti di realtà aumentata e integrazione CRM retail;
    • spese di installazione relative alle voci precedenti.
  • Spese in conto corrente

    • spese per canoni e utenze di software e piattaforme digitali anche per la formazione a distanza;
    • servizi di formazione per l’utilizzo di strumenti, attrezzature e software acquistati nell’ambito dell’intervento realizzato; 
    • spese per la progettazione delle piattaforme di cui alle spese in conto capitale;
    • spese di consulenza, comunicazione e promozione per gli interventi di digital business legate alle realizzazioni degli investimenti oggetto di contributo; 
    • spese per la progettazione delle strutture temporanee all’esterno dei locali d’esercizio legate alla realizzazione degli investimenti oggetto di contributo.

Tale delibera, peraltro, proroga il termine ultimo per la presentazione delle domande di contributo, corredate dalla rendicontazione delle spese sostenute al prossimo 30 Novembre 2020. Chi avesse già presentato domanda di contributo potrà integrarla con la presentazione di una ulteriore domanda di contributo per interventi di "digital bussiness".

Per avere più informazioni e per essere aiutato nella presentazione della domanda contatta lo Sportello SOS Imprese CoronaVirus attivato da Confesercenti Milano per stare vicina alla tua impresa (clicca qui per ulteriori informazioni):


AGGIORNAMENTO del 16.07.2020Regione Lombardia ha approvato una delibera che amplia la platea dei destinatari del bando "SAFE WORKING – IO RIAPRO SICURO" e riduce l'investimento minimo necessario per poter accedere al Bando, portandolo da € 2.000 a € 1.300. 

Grazie alle nuova delibera di Regione Lombardia, rientrano nella misura anche le strutture alberghiere e ricettive, le attività d’intrattenimento e artistiche, le sale da concerto e le attività della distribuzione automatica.


AGGIORNAMENTO del 22.05.2020: Regione Lombardia ha reso noto, attraverso la pubblicazione del testo ufficiale del Bando "SAFE WORKING - IO RIAPRO SICURO" che sarà possibile presentare le domande di contributo a partire dal prossimo 28 maggio e fino al 10 novembre 2020, salvo le risorse stanziate terminino prima.


Il nuovo bando di Regione Lombardia "SAFE WORKING - IO RIAPRO SICURO", approvato dalla giunta con una dotazione finanziaria che ammonta a € 18.680.000, prevede un contributo a fondo perduto fino a € 25.000 per l'acquisto dei necessari strumenti di sicurezza previsti dalla Fase 2.

L'intervento finanziato mira a sostenere gli esercizi commerciali e le micro e piccole imprese lombarde al fine di ottenere i giusti livelli di sicurezza che sono state costrette alla chiusura in seguito al diffondersi dell'emergenza epidemiologica da CoronaVirus.

soggetti beneficiari rientrano nei settori del commercio al dettaglio, dei pubblici esercizi (bar e ristoranti), dell’artigianato, del manifatturiero, dell’edilizia, dei servizi e dell’istruzione; restano, invece, escluse le aziende che hanno proseguito l'attività e quelle che hanno introdotto il lavoro agile per la totalità dei dipendenti.

Il beneficio consiste nella possibilità di ottenere un contributo a fondo perduto con intensità di aiuto fino al 60% per le piccole imprese e fino al 70% per le micro imprese su un investimento minimo di € 2.000 e nel limite massimo di € 25.000.

Le spese ammesse sono quelle finalizzate alla messa in sicurezza sanitaria dell'impresa e dei dipendenti, nonché di fornitori e clienti, per cui:

  • macchinari e attrezzature per la sanificazione e disinfezione degli ambienti aziendali;

  • apparecchi di purificazione dell’aria, anche portatili;

  • interventi strutturali per il distanziamento sociale all’interno dei locali;

  • strutture temporanee e arredi finalizzati al distanziamento sociale all’interno e all’esterno dei locali d’esercizio (parafiato, separe’, dehors);

  • termoscanner;

  • strumenti e attrezzature di igienizzazione per i clienti;

  • dispositivi di protezione individuale come mascherine, guanti, occhiali;

  • spese di formazione sulla sicurezza sanitaria.  

Il gestore e attuatore della misura sarà Unioncamere. Il Bando sarà pubblicato nei prossimi giorni.


AGGIORNAMENTO del 14 maggio 2020: Regione Lombardia ha approvato un incremento di € 500.000 per il bando "SAFE WORKING - IO RIAPRO SICURO" volto al sostenimento del settore sportivo.

Clicca qui per partecipare all'evento di presentazione del Bando "SAFE WORKING - IO RIAPRO SICURO" che si terrà lunedì 18 maggio 2020.


Per ulteriori informazioni contatta lo Sportello SOS Imprese CoronaVirus attivato da Confesercenti Milano per stare vicina alla tua impresa (clicca qui per ulteriori informazioni):

Categorie

comments powered by Disqus

ENTI DEL SISTEMA CONFESERCENTI